prestito

La Biblioteca effettua il servizio di prestito che è gratuito e concesso, previa iscrizione, a tutti i cittadini italiani e stranieri residenti o domiciliati sul territorio nazionale

DOCUMENTI NON AMMESSI AL PRESTITO

  • opere di consultazione recanti sul dorso l'etichetta "sola consultazione"
  • volumi e periodici pubblicati prima del 1830
  • volumi, periodici e documenti musicali, audiovisivi e multimediali appartenenti a fondi storici o donazioni vincolate a particolari condizioni di consultazione
  • cd musicali, dvd, vhs e altri materiali audiovisivi per 18 mesi dopo la loro uscita in base alla normativa sul diritto d'autore
  • quotidiani e periodici locali
  • ultimo numero delle riviste in abbonamento

CONDIZIONI DI UTILIZZO DEL SERVIZIO
Per poter usufruire del servizio occorre presentare la tessera di iscrizione alla Biblioteca.

È possibile ottenere un prestito massimo di 10 documenti per volta seguendo le seguenti modalità:

  • massimo n.8 libri per 30 giorni
  • massimo n.2 periodici per 15 giorni
  • massimo n.2 cd musicali per 8 giorni
  • massimo n.2 dvd o vhs o cd per 8 giorni

È possibile prorogare il prestito per le monografie ma non per i materiali musicali, audiovisivi e multimediali.

PRENOTAZIONE TESTI
È possibile prenotare solo le monografie (libri e periodici) che risultino in prestito ad altri utenti, fino ad un massimo complessivo di 4 per volta.

Il documento prenotato resta a disposizione del richiedente per 7 giorni dopo la restituzione e l'avviso telefonico. Scaduto tale termine il documento sarà ricollocato e reso disponibile per il prestito.

RESPONSABILITÀ DELL'UTENTE

- L'utente è tenuto a controllare lo stato dei documenti prima di ritirarli in prestito, a conservare correttamente i materiali ricevuti e a restituirli nei tempi previsti;

- Scaduti i termini del prestito, qualora l'utente non abbia restituito i materiali in suo possesso, viene sospeso dal servizio di prestito e pertanto non può effettuare prenotazioni né ottenere proroghe;


- L'utente che riconsegna il materiale in ritardo non potrà fruire di nuovi prestiti per un periodo pari a quello del ritardo stesso;


- L'utente sospeso dal prestito per ritardo nella riconsegna per poter essere riammesso al prestito deve:
A) restituire i materiali scaduti;
B) osservare un periodo di sospensione dal prestito corrispondente ai giorni del ritardo stesso;
C) nel caso in cui siano trascorsi 90 giorni dal termine della prescritta restituzione l'utente, per potere essere riammesso al prestito, dovrà anche corrispondere una tariffa che sarà di anno in anno aggiornata con Delibera di Giunta Comunale;
D) se l'utente, dopo 90 giorni dal termine della prescritta restituzione, non effettua la restituzione dei materiali, l'importo della tariffa di cui sopra sarà ulteriormente incrementato di pari entità al trascorrere di ogni successivo periodo di 90 giorni di ritardo.


- In caso di danno o smarrimento l'utente è tenuto al riacquisto immediato del materiale;


- In caso di furto l'utente, previa presentazione del verbale redatto dall'autorità competente, non è tenuto a riacquistare l'opera che gli è stata sottratta.